OLTRE LA TELA IL VIAGGIO

26 November, 2014
Categoria News
Oltre la tela…il viaggio, vuole dar voce ai pensieri dei rifugiati e dei richiedenti asilo, vuol far comprendere quei problemi e bisogni nascosti che, il rifugiato, spesso, non esprime a parole, ma che lasciano una traccia chiara sulla tela, nei colori, negli scarabocchi.
L’evento è stato pensato per far conoscere i colori dell’accoglienza, in una veste diversa dal solito modello di ospitalità,  permettendoci di entrare in contatto con le storie, ma soprattutto con le emozioni e le riflessioni più intime dei rifugiati.
Il laboratorio di pittura creativa, organizzato all’interno del centro accoglienza Sant’Anna SPRAR, gestito dalla Prociv di Isola di Capo Rizzuto, ha permesso  al rifugiato di elaborare, costruire e promuovere la propria identità, culturale e creativa, in un clima di condivisione e ascolto ma soprattutto d’accoglienza stimolando processi immaginativi, suggerendo idee, suscitato l'interesse e la condivisione dei linguaggi dell'arte e della creatività.
Nei colori dell’accoglienza è importante comunicare, essere disponibili ed aperti, curiosi nel vedere un mondo dove i fogli bianchi sono veicoli di emozioni. Il viaggio nei colori ha permesso ai ragazzi di entrare in contatto con le proprie emozioni, riconoscerle ed accettarle.
Al seminario di apertura, della mostra dei quadri, realizzati dai beneficiari del centro sprar Sant’Anna, parteciperanno dei relatori che ci spiegheranno meglio l’importanza delle emozioni nella relazione d’aiuto.
-      Dott.ssa Franca Alleva, Personal Startuppert – arte terapeuta. Ha sostenuto dei laboratori di arte terapia ”Dialoghi Illustrati” con i richiedenti asilo e vittime di tortura, presso il centro Naga Har di Milano.
La relazione verterà …….
-      Dott. Nino Ginnetti, Psicologo e Psicoterapeuta
 La relazione verterà sulla “ valorizzazione delle emozioni nella relazione d’aiuto: la codificazione emotiva del proprio comportamento in relazione a persone di culture diverse, la consapevolezza delle differenze culturali nell’espressione delle emozioni”.
-       Mohamed Keita – fotografo. (Testimonianza)
Nasce in Costa D’avorio nel 1993. Arriva all’età di 17 anni in Italia ed approda a Roma  presso il centro diurno di Save the Children, insieme agli operatori scopre e sperimenta la passione per la fotografia.
                                  
 Il Convegno si terrà Venerdì 28 novembre c.a, ore  10.00 Sala Azzurra P.Borsellino Provincia di Crotone

Commenti

Non ci sono commenti

Non sarà più possibile inserire commenti dopo tre mesi.